Monte Enoc 4 DIR

Nome originario del pozzo:  Monte Enoc 4 Dir

Nome cluster di appartenenza: Monte Alpi Ovest 1 /Monte Enoc 4 Dir (MA WE1 /ME 4)

Numero pozzi per cluster: n. 2

Comune di Appartenenza: Viggiano

Coordinate testa pozzo (in Monte Mario): Lat. 40°19'39",57 N - Long. 03°26'36",15 E

Quota piano campagna: m 640 s.l.m.

Massima profondità raggiunta (in m TVD): m 3189,20 

Data autorizzazione perforazione pozzo: 04.02.1998

Data perforazione pozzo: 1999

Data di messa in produzione del pozzo: 16.10.2001

Attuale stato di esercizio del pozzo: In produzione
 
 
L'Area Pozzo è situata nel Comune di Viggiano, in Provincia di Potenza, ed occupa una superficie di circa 2 ha. All'interno dell'installazione sono presenti due teste pozzo: Monte Alpi Ovest 1 e Monte Enoc 4 Dir.
I pozzi sono collegati con il Centro Olio Val d'Agri.
 
 
Caratteristiche del Sito
L'Area Pozzo è situata sul versante sinistro della Val d'Agri, in  corrispondenza del bacino artificiale Lago del Pertusillo, a circa  1,5 km a Nord del Centro Olio Val d'Agri. L'area si trova alla quota di 646 m s.l.m. in una piana ottenuta mediante spianamento del versante.
I terreni superficiali sono costituiti da detriti cementati, limi argillosi sabbiosi con lenti di conglomerato, dotati di permeabilità medio-bassa. La falda si trova a circa 15 metri dal piano campagna. 
 
L'interno dell'area pozzo si presenta come un piazzale in terra e ghiaia con le due teste pozzo e gli equipment di processo su piazzole cementate e/o cordolate; i lati a monte sono delimitati da due scarpate di viminate di altezza variabile tra i 2 e i 6 metri. Alla base è presente una canaletta in terra, profonda circa 1 metro, che corre lungo la parte a monte dell'installazione e convoglia all'esterno le acque piovane provenienti dal versante. Il lato Sud è costituito da due gradoni in terra con una fascia pianeggiante intermedia, per un dislivello complessivo di 4 metri.
Nell'ambito del ripristino ambientale della zona circostante l'area pozzo, nel tratto di terreno a Est compreso tra il piazzale e la recinzione, sono state create due pozze artificiali collegate tra loro ed alimentate da una risorgiva posta nell'angolo Nord-Est interno alla recinzione. Sul lato Est, prevalentemente coltivato ad olivi, parallelamente alla recinzione corre un fosso di drenaggio in terra, profondo circa 1 m, che raccoglie e convoglia a valle le acque provenienti dalla sorgente e dalle due pozze artificiali.
L'area ricade nella zona sismica 1b, caratterizzata da un'accelerazione simica di 0.27g (L.R. 9/2011).
 
Elaborazione dell'Ufficio Geologico ed Attività Estrattive su dati UNMIG ed ENI