Monte Enoc 9 OR

Nome originario del pozzo:  Monte Enoc 9 Or

Nome cluster di appartenenza: Monte Enoc NW1 / Monte Enoc 2 / Monte Enoc 9 (ME 2/ ME 9/ ME NW)

Numero pozzi per cluster: n. 3

Comune di Appartenenza: Viggiano

Coordinate testa pozzo (in Monte Mario): Lat. 40°22'53",70 N - Long. 03°26'32",69 E

Quota piano campagna: m 1152 s.l.m.

Massima profondità raggiunta (in m TVD): m 3654,90

Data autorizzazione perforazione pozzo: 27.06.1997

Data perforazione pozzo: 1998

Data di messa in produzione del pozzo: 20.10.2004

Attuale stato di esercizio del pozzo: In produzione
 
 
L'Area Pozzo Monte è situata nel Comune di Viggiano, in Provincia di Potenza, ed occupa una superficie di circa 2,1 ha. All'interno dell'installazione è presente un'unica piazzola con 3 teste pozzo poste a circa 10 m di distanza l'una dall'altra.
I pozzi sono collegati al Centro Olio Val d'Agri tramite tre flowline (una da 8'' e due da 6'') per una lunghezza complessiva stimata di circa 11 km.
 
 
Caratteristiche del Sito
L'Area Pozzo è situata a Nord del comune di Viggiano, in una zona isolata interamente coperta da bosco alternato a cespuglieti ed arbusteti; l'area che ospita l'installazione, situata alla quota approssimativa di 1150 m s.l.m., è pianeggiante ed è stata ottenuta mediante regolarizzazione del versante.
 
L'area interna alla recinzione si presenta come un piazzale in terra e ghiaia con le tre teste pozzo nella zona centrale; i versanti circostanti sono stati ripristinati con interventi di ingegneria naturalistica. I versanti Nord ed Est sono stati regolarizzati e stabilizzati con dei gradoni in terra completamente piantumati e consolidati con viminate.
Alla base è presente una canaletta in terra che corre lungo tutta la parte a monte dell'installazione e convoglia all'esterno le acque piovane provenienti dal versante. I lati Sud e Ovest sono costituiti da due scarpate in materiale di riporto, in parte stabilizzate con viminate e biostuoie; una rete di drenaggi in terra favorisce il deflusso delle acque piovane sul pendio a Ovest e direttamente nel torrente a Sud dell'installazione.
L'area ricade nella zona sismica 1b, caratterizzata da un'accelerazione simica di 0.275g (L.R. 9/2011).
 
Elaborazione dell'Ufficio Geologico ed Attività Estrattive su dati UNMIG ed ENI